IC IQBAL MASIH

News

 

20 Giugno 2020 MAD A.S. 2020/2021

L’I.C. Iqbal Masih adotta un applicativo per la gestione delle MAD, che rappresenta l’unica modalità di presentazione delle domande e archivia per profilo, ordine di scuola e classe di concorso tutte le mad inviate dagli aspiranti.

L’aspirante che invia la propria MAD, riceverà dal sistema regolare ricevuta dell’avvenuta registrazione della propria candidatura sulla piattaforma. 

La scuola non ricevendo più le istanze nella propria peo o pec, non avrà più l’obbligo di protocollare le domande,  sarà il sistema ad assegnare automaticamente a ciascuna mad, il codice identificativo istanza – che identificherà ogni mad con un numero univoco.

Il sistema provvederà anche a notificare all’interessato il codice assegnato alla mad.

Le MAD saranno conservate sulla piattaforma per i 5 anni previsti dalla normativa, a disposizione dell’amministrazione scolastica.

Le MAD inviate sulla mail scolastica saranno cancellate automaticamente e il mittente sarà avvertito ed invitato, attraverso una mail di risposta automatic, ad inserire la sua domanda solo attraverso la procedura attivata sul sito della scuola. 

Per presentare la tua candidatura CLICCA QUI

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Alessandro Fanfoni
Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. 39/1993

29 Maggio 2020 Cronisti in classe 2020

In data 27 maggio, nell’ ambito del concorso “ Cronisti in classe 2020” , indetto da il quotidiano “ Il Giorno” , sono stati pubblicati gli articoli della classe 3D della scuola secondaria. Gli studenti, con il supporto didattico della professoressa Paola Perillo, hanno affrontato il tema della deportazione durante il Nazi-Fascismo. Attraverso la lettura e l’analisi  del romanzo storico “ I colori del buio” di Fiorenza Pistocchi , i ragazzi hanno approfondito il tema della Resistenza e hanno seguito la ricostruzione storica del passaggio, dalla stazione di Pioltello, dei convogli carichi di deportati e diretti a Mauthausen. L’articolo principale, invece, è la cronaca degli ultimi difficili mesi; i ragazzi raccontano della delusione che hanno patito quando sono venuti a conoscenza del fatto che non si potesse più andare in “gita”, ma anche di come la vita di ognuno di noi sia cambiata in questi mesi e di tutte le  difficoltà  e amarezze affrontate a causa del Covid 19.

14 Maggio 2020 CRONISTI IN CLASSE

Il 13 maggio è stato pubblicato l’articolo con il quale noi alunni della classe 1^ D della scuola secondaria di primo grado, abbiamo partecipato alla quattordicesima edizione del Campionato di Giornalismo organizzato dal quotidiano “Il Giorno“. Attendevamo trepidanti la pubblicazione del nostro articolo perché non vedevamo l’ora di condividere con i lettori la nostra bellissima esperienza e di farci testimoni di una lezione di vita significativa che è entrata sicuramente nei nostri cuori e nelle nostre menti. Purtroppo la gioia della pubblicazione è stata vanificata da una spiacevole sorpresa: il titolo dell’articolo è stato completamente trasformato dalla redazione del quotidiano. Abbiamo appreso la notizia con dispiacere e con grande amarezza, quel titolo che porta la nostra firma non ci rappresenta e soprattutto non rispecchia il messaggio esplicitato nell’articolo, che non è sicuramente di cronaca. La condivisione a distanza di questa vicenda che abbiamo definito “un’ingiustizia subita”, ci ha offerto lo spunto per riflettere sul potere della comunicazione, sul peso delle parole e sull’uso improprio delle stesse, sugli effetti che la comunicazione può avere sulle persone. All’unanimità abbiamo scelto di pubblicare l’articolo, per il quale abbiamo lavorato, con tanto impegno e dedizione, con il titolo originale e chiediamo a tutti voi, a gran voce, di leggere con il cuore le nostre parole, di non farvi condizionare da un titolo che non ci appartiene perché per noi Mohamed non è uno straniero ma un maestro di vita che ci ha guidati a riflettere su tematiche importanti. Leggendo quel titolo, inizialmente, ci siamo sentiti impotenti ma poi, insieme, abbiamo capito che noi possiamo fare la differenza, che spetta veramente a noi giovani cambiare il mondo e crearne uno senza barriere, dove poter vivere senza sentirsi stranieri.
Questo il nostro titolo originale:
A SCUOLA DI VITA CON MOHAMED BA
Un viaggio attraverso la memoria per riscoprirci parte di un tutto
Partite da qui e leggete tutto il resto…

Gli alunni della classe 1^ D

11 Maggio 2020 “BASTA UN FIORE”

In occasione del centenario dalla nascita del grande maestro Gianni Rodari, del quale, diverse generazioni hanno apprezzato le sue poesie, canzoni e il suo modo di concepire la scuola democratica e attenta all’inclusione di tutti i bambini e le bambine, abbiamo pensato di  celebrarlo con la splendida canzone “Ci vuole un fiore” le cui parole furono scritte da lui e musicate dal grande Sergio Endrigo. Il significato che esprime è che tutte le cose sono collegate tra loro e il fiore, simbolo dell’amore e della pace, è necessario affinché tutto esista in questo mondo. In questi giorni, la didattica a distanza è fatta di bisogno di vicinanza, di sentire accanto i propri amici, i compagni di un cammino significativo della propria vita che si percorre insieme: il percorso scolastico. Con questo coro abbiamo voluto rompere il silenzio quotidiano di queste giornate e voluto esprimere il bisogno dei nostri bambini di sentirsi vicini e di includere tutti in un progetto educativo che qualifica anche questo tipo di  scuola come maestra di vita. Hanno cantato tutti, proprio tutti, anche coloro che pur non avendo linguaggio, hanno espresso con gli occhi e col cuore, il loro inno alla vita.

Maestre Gabriella Baldaro e Alessia Leondi

9 Maggio 2020 Il Social Day del nostro Istituto

Il Social Day è un progetto dell’Istituto Comprensivo Iqbal Masih da tre anni. Eravamo particolarmente felici del Social Day di quest’anno, perché stavamo lavorando con un gruppo di ragazzi di entrambi i plessi perché ci stavano dando una mano a lavorare anche i ragazzi del Centro di Aggregazione Giovanile, perché avevamo già incontrato l’assessore D’Amico e avevamo preso contatti con il Comune per avere uno spazio in città per organizzare il nostro mercatino. Insomma, stavamo facendo “rete”. Stavamo imparando cosa significa “cittadinanza attiva”.  Con il nostro mercatino volevamo mostrare alla Città di Pioltello come è possibile rimboccarsi le maniche e donare il proprio tempo e le proprie abilità per aiutare gli altri. Aiutare gli altri in un modo allegro, felice, colorato. Purtroppo il Covid19 ci ha fermati. Ha fermato la realizzazione della nostra azione nel giorno del Social Day, ma non ha fermato il nostro desiderio di raccontarci e di raccontare agli altri che cos’è questo progetto per noi.

23 Aprile 2020 Medici e infermieri, eroi veri. 3^A

Attraverso pensieri, disegni ed emozioni i ragazzi della 3^A della scuola secondaria di primo hanno voluto dimostrare la loro vicinanza, ma anche la loro gratitudine, a tutti coloro che hanno messo a disposizione la propria vita per la cura degli altri. Un grazie va anche agli organizzatori dell’iniziativa, legata alla Gazzetta Martesana, per aver dato questa possibilità ai nostri ragazzi.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Alessandro Fanfoni
Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. 39/1993

19 Aprile 2020 Medici e infermieri, eroi veri. 2^D

I ragazzi della 2^ D della secondaria di primo grado, omaggiano il lavoro dei medici e degli infermieri aderendo all’iniziativa proposta dalla Gazzetta della Martesana ( versione online 23 marzo 2020). Un ringraziamento semplice e spontaneo venuto dal cuore di chi ha compreso il valore di quanto fatto per l’ Italia intera da tutto il personale sanitario. Grazie!

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Alessandro Fanfoni
Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. 39/1993

17 Aprile 2020 Grazie Luis Sepulveda, noi ti ricordiamo così.

Il caso ha voluto che in questo particolare momento della nostra vita dedicassimo del tempo alla lettura di un bellissimo racconto di Luis Sepulveda.
Il periodo in cui abbiamo imparato a conoscere la lentezza del tempo e delle giornate  ha permesso a tutti noi di  scoprire il piccolo mondo dentro di noi e attorno a noi. Abbiamo imparato che la lentezza è una grande risorsa perché ci permette talvolta di fermarci, respirare e raggiungere con calma, attenzione e amore i nostri piccoli obiettivi quotidiani.
Grazie Luis Sepulveda, noi ti ricordiamo così.

I bambini della classe 2^B della scuola primaria di via Molise.

6 Aprile 2020 Giornata Mondiale della consapevolezza sull’autismo

Pubblichiamo un video che raccoglie riflessioni e disegni degli alunni delle classi 1D e 3A della scuola secondaria di I grado, realizzati a seguito delle attività proposte dai docenti in occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza sull’autismo.

Ringraziamo i docenti Maria Rendani, Ornella D’Angelo, Giuseppe Maniscalco, la dott.ssa Nicoletta Regiroli e l’educatrice Laura Passoni che hanno stimolato gli alunni a riflettere e a condividere anche a distanza i loro pensieri autentici e preziosi!

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Alessandro Fanfoni
Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. 39/1993